Alcaniz GP | Gara complicata: 16° posto a Teruel

Sul circuito dove lo scorso anno era arrivato il podio, doppio weekend da dimenticare: ora il break prima del trittico finale.

“Mi sento abbastanza bene, ho un buon passo anche da solo, la scorsa settimana ero partito troppo dietro e poi il gruppo si era sgranato, oggi partiremo più avanti, ce la metteremo tutta con il coltello tra i denti fino alla fine”. Così parlava Dennis Foggia prima dello spegnimento dei semafori ai microfoni di Sky Sport.

La grinta e la determinazione del pilota del team Leopard c’era tutta, come si era visto anche al mattino durante il warm-up. In gara, è stato il pilota romano a toccare il picco più alto di velocità: 243,5 Km/h, subito, al primo giro. Purtroppo in partenza Rocket ha perso sei posizione e poi, rimasto intruppato nel gruppone, non è riuscito a ricucire il gap con i piloti di testa, retrocedendo fino in 20ª posizione ma poi riuscendo a risalire negli ultimi cinque giri.

I punti in classifica mondiale sono sempre 69, la posizione resta la 12ª. Si tornerà in pista l’8 novembre per il GP d’Europa a Valencia, stessa location anche la settimana successiva, poi il 22 novembre Portimão l’ultimo appuntamento iridato del 2020 con il GP del Portogallo.

Post a Comment